giovedì 22 maggio 2014

Sony A7 e Voigtlander Heliar Ultra Wide-Angle 12mm f/5.6

Un'altro sample con Sony A7 e Voigtlander Heliar Ultra Wide-Angle 12mm f/5.6, scattata ad f11, un bel controluce duro per vedere come si comporta questa lente.
Mi piace sempre di piu!

Sony A7 e Voigtlander Heliar Ultra Wide-Angle 12mm f/5.6
Sony A7 e Voigtlander Heliar Ultra Wide-Angle 12mm f/5.6

Un'altro esempio in verticale:

Sony A7 e Voigtlander Heliar Ultra Wide-Angle 12mm f/5.6
Sony A7 e Voigtlander Heliar Ultra Wide-Angle 12mm f/5.6      


mercoledì 21 maggio 2014

Prime impressioni: Voigtlander Heliar Ultra Wide-Angle 12mm f/5.6

Qualche settimana fa ho deciso di regalarmi un voiglander heliar 12 millimetri , molti sample in rete mi hanno spinto l'acquisto . L'idea è sostituire il Voigtlander heliar 15 millimetri  che soffre un po' troppo di vignettatura e color shift.
Sin dalle prime prove si è dimostrato superiore al 15, in particolar modo la vignettatura e il color shift sono più contenuti. Se con il 15mm il passaggio da capture one per ridurre tali problemi era un passaggio obbligato, con il 12 bastano gli strumenti generici della vignettatura presenti in Photoshop (o in altri software più generici).
La luminosità massima è 5.6....Non molto in effetti ma, viste le dimensioni lillipuziane, gli si perdona questo limite!
Ecco un esempio a cui non ho corretto volutamente la vignettatura, ho aumentato il contrato e la chiarezza, questo amplifica un po i suoi "difetti", il risultato però mi sembra molto piacevole, scattata ad f11.


Qui un esempio ad f11 in cui invece ho corretto la vignettatura e un po di color shift:



La vignettatura non varia sensibilmente chiudendo il diaframma, mentre la nitidezza negli angoli si, di seguito una serie di scatti da f5.6 a f11 in è stata corretta solo parzialmente la vignettatura.
A questo link potete trovare la versione in alta risoluzione degli scatti: https://drive.google.com/folderview?id=0B74hLa7npMrjRG53YzB2WjJxSWM&usp=sharing





Per avere angoli accettabili si deve mettere a fuoco proprio sui bordi come con il Voigtlander 15mm, con il 12mm però, una volta chiuso il diaframma è più semplice avere anche l'infinito a fuoco.
So che non è molto corretto ma, croppando leggermente i file si ottengono delle immagini 14-15mm equivalenti pulite. Con 24Mp rimane abbastanza risoluzione per una buona stampa....è piu che sufficiente, per me.

domenica 18 maggio 2014

Sony A7 e Sony FE 55mm F1.8 ZA Carl Zeiss Sonnar T: come va l'autofocus?

DSC08249.jpg

Il raduno annuale dell'MV Agusta è stata un'ottima occasione per testare a fondo l'AF della Sony A7 con il Sony FE 55mm f1.8 ZA Zeiss. Le condizioni di luce erano ottimali, mi sono sistemato a circa 25-30 metri da una curva, potevo quindi agganciare il soggetto in uscita e seguirlo scattando a raffica.
Una precisazione: sulla A7 ci sono 2 raffiche possibili, una piu lenta ed una piu veloce. Con quella piu lenta l'autofocus continuo lavora correttamente dando la priorità al fuoco. In pratica la macchina scatta quando il soggetto è a fuoco correttamente. Nella modalità piu veloce invece scatta senza variare il fuoco, se c'è il modo di farla lavorare in priorità di fuoco non l'ho capito.
I risultati sono stati sorprendenti, molto veloce e sicura ho realizzato 390 scatti con diaframmi variabili tra f2 e f4 (per la maggior parte a f2). Ho utilizzato un diaframma aperto per limitare al massimo la PDC ed evidenziare quindi eventuali imprecisioni, fuoco al centro spot.
Bè su 364 scatti la Sony A7 ha fallito solo 2 volte, altre 2 volte invece la foto era si fuori fuoco ma al centro del fotogramma non c'era il soggetto (alcune moto andavano molto veloci ed io ero a 2-3 metri dai soggetti....non era facile seguirli con un 55mm a questa distanza). Interessante la foto "DSC08249.jpg" che potete vedere al link di seguito. Un ragazzo durante la serie di scatti è passato davanti a me e la A7 ha messo a fuoco correttamente.
A questo link potete trovare tutti e 364 gli scatti, caricati a piena risoluzione. Ho dovuto ridurre notevolmente la qualità/comprssione del JPG per ragioni di spazio. Potrete notare che i file hanno la numerazione sequenziale, non ho cancellato nessuno scatto, sono presenti gli exif.

https://drive.google.com/folderview?id=0B74hLa7npMrjUWlHTVJteVphQjg&usp=sharing

Ecco alcuni esempi, una serie completa dall'uscita in curva:



 


 Un'altra serie:






Un paio di altri esempi:



Certo le condizioni di luce erano ottime, probabilmente in condizioni di luce scarsa non è cosi performante....per il momento, nell'uso di tutti i giorni, on the road diciamo, sono molto soddisfatto e non rimpiango la Nikon D700, anche per quanto riguarda le performance dell'autofocus.



venerdì 16 maggio 2014

ONA: The Bowery

Da quando uso la Sony A7 sono cambiate le mie esigenze per quanto riguarda il trasporto del materiale fotografico. Per le uscite leggere mi sono arrangiato fino ad ora con dei borselli, tipo Piquadro. Una buona soluzione tutto sommato ma alla fine sono borse non progettate per ospitare macchine fotografiche e soprattutto obiettivi. Frequentando assiduamente il gruppo facebook dedicato alle mirrorless sony https://www.facebook.com/groups/SonyA7eA7rItalia/ è saltata fuori questa borsa della ONA: The Bowery

ONA The Bowery
 Il sito del produttore:http://www.onabags.com

E' possibile ordinarle direttamente dal sito del produttore, non è facilissimo reperirle in Italia; Newoldcamera http://www.newoldcamera.com/, famosissimo negozio di Milano, le ha, cosi sono andato a vederne una di persona e non ho potuto resistere! La borsa è fatta veramente bene, ottime rifiniture, bella pelle. Dalle foto presenti sul sito del produttore mi sembrava un po troppo trattata e con un colore poco naturale, dal vivo è tutta un'altra cosa. E' piccola, difficile rendersene conto in foto. Ci sta comodamente Sony A7 con montato un obiettivo, in questo caso Voigtlander Nokton 50mm f1.1, nello spazio rimanente Voigtlander Heliar 12mm, Voigtlander Ultron 28mm f2 e portafogli. Nelle due taschine frontali cellulare in una e filtro ND nell'altra.



E' presente anche una tasca sul retro della borsa, io ci ho messo delle monete.


Credo sia l'ideale per trasportare con stile la propria mirrorless e 1 o massimo 2 ottiche aggiuntive, una delle quali però va tenuta in un sacchettino morbido, infatti nella borsa ci sono solo 2 spazi, uno per la macchina e uno per il resto. E' possibile ovviamente aggiungere un secondo separatore ma lo spazio è limitato.
La borsa acquistata da Newoldcamera è personalizzata con il loro logo sul retro, dalla parte della tasca posteriore in pratica, per nulla invadente, a me piace come idea.


La borsa è disponibile anche in altre colorazioni, in pelle chiara e in stoffa.

Difetti? Uno solo, il prezzo: 230€ per la versione in pelle come questa oppure 130€ circa per la versione in stoffa. Non proprio noccioline però ho notato una cosa: se a vostra moglie piacciono le borse sa che questo prezzo non è poi tanto alto per una buona borsa in pelle...e alla fine vi capirà. 
Il rischio è che ve la chieda in prestito :)






sabato 3 maggio 2014

Case Logic SLR Sling - Monospalla

Una cosa è certa: non esiste la borsa/zaino perfetto....ne ho provati molti, l'ultimo è il Case Logic SLR Sling , un monospalla adatto a reflex di piccole dimensioni. Ho cosi pensato, perchè non infilarci la A7 piu qualche ottica? Ed in effetti ne sono piuttosto soddisfatto. 
Durante una recente gita di 3 giorni a Venezia l'ho riempito con: Sony A7 con Sony FE 28-70 montato, Sony 55FE 1.8 e Voigtlnder Heliar 15mm sul fondo, nello scopartimento superiore custodia occhiali, portafogli, gomme, nella taschina sotto cavalletto da tavolo manfrotto DIGI 709B e pezzuola, monete nella taschina sullo spallaccio e batetria di riserva nella tasca frontale.
 
DIGI 709B Sony A7 monospallaDIGI 709B Sony A7DIGI 709B Sony A7




E' comodo, come molti monospalla anche il DIGI 709B ha l'apertura facilitata cosi da non doverlo togliere nel momento del bisogno:
DIGI 709B Sony A7 monospalla




Ho tuttavia provato altre configurazioni e ho provato anche a sfruttarlo per la serie completa di Voigtlander:
DIGI 709B e Sony A7 con Voigtlander Ultron 28mm f/2, sul fondo Voigtlander Heliar 75 1.8, Voigtlander Nokton 50 1.1 e Voigtlander Heliar 15 nello scompartimento superiore. Di seguito una serie di immagini con i Voigtander:

DIGI 709B Sony A7 monospalla

Tasca frontale, ci possono stare comodamente alcune batterie, portafogli, fazzoletti ecc...
DIGI 709B Sony A7 monospalla
DIGI 709B Sony A7 monospalla


Una volta aperto la macchina è subito disponibile:
DIGI 709B Sony A7 monospalla

Interessante il sistema di sospensione della macchina:
DIGI 709B Sony A7 monospalla

Sul fondo 2 ottiche non troppo grosse ci stanno affiancate, ovviamente ho utilizzato un imbottitura aggiuntiva per evitare il contatto:
DIGI 709B Sony A7 monospalla

Lo scompartimento superiore puo contenere una custodia occhiali, un portafogli e delle gomme per esempio, contemporaneamente.
DIGI 709B Sony A7 monospalla

Taschina sottostante in cui si puo interire per esempio un cavalletto tascabile comeil DIGI 709B, una pezzuola.
DIGI 709B Sony A7 monospalla

Taschina sullo spallaccio, adatta a fazzoleto, moneta....poteva essere un po piu grande...
DIGI 709B Sony A7 monospalla


 E' possibile fissare al monospalla anche un cavalletto di piccole dimensioni sfruttando gli appositi sistemi in velcro:
DIGI 709B Sony A7 monospalla


Sony A7 , A7r , obiettivi voigtlander , zeiss , nikon , vintage , adattatori , foto , recensioni

Sony A7 , A7r , obiettivi e ottiche voigtlander , sony , zeiss , nikon , vintage , test, adattatori , foto , recensioni
Si è verificato un errore nel gadget